Perdite che producono ricchezza

Sunday, 19 June 2016 17:44

Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo. Ogni tralcio che in me non dà frutto, lo toglie via; e ogni tralcio che dà frutto, lo pota affinché ne dia di più. (Giovanni 15:1,2)

 

Io non sono un pollice verde.

Lo dimostra il fatto che non possiedo al momento nella mia abitazione neanche una piantina grassa in un vasetto da diametro sette.

Purtroppo dimentico di annaffiare con regolarità e quando ricordo di farlo arrivo molto spesso troppo tardi.

Non so nulla sulla cura di orti, serre e giardini.

L’unica cosa che so in merito al giardinaggio è che non ho mai amato le potature.

Quand’ero ragazza l’area verde che circondava la mia casa mi era del tutto indifferente.

Non avevo tempo né interesse ad ammirare come mia mamma ogni rosa che sbocciava o ogni limone che maturava.

Il verde che faceva da cornice alla nostra villetta era incapace di attirare l’attenzione di un’adolescente come me tranne, però, nei giorni di potatura.

“Perché questo scempio?”

protestavo osservando cataste di rami ai piedi del salice monco.

Written by

Una botte di ferro

Sunday, 12 June 2016 17:39

Se dovessi autodefinirmi, credo che userei l’espressione “eterno cucciolo di Koala”.

Più passano gli anni più scopro in me un atteggiamento mammone, estremamente dipendente da Dio che evoca l’immagine di quei graziosi animaletti.

Avvinghiati alla schiena della madre, non mollano la presa anche quando è in procinto di arrampicarsi su un maestoso albero di eucalipto.

Le loro braccine tenacemente avvolte attorno alla loro salvezza, dichiarano al mondo la propria filosofia di vita:

inconcepibile pensare di allontanarsi dalla fonte di  tanto calore, nutrimento e protezione!

 

Come mai prima nella mia vita, mi ritrovo a rifugiarmi continuamente nella mia botte di ferro.

Invoco il suo amore di padre  e so che sono al sicuro.

Per ogni problema, per ogni situazione fuori controllo, per ogni incognita del futuro, per ogni dolore che affligge, per ogni timore paralizzante, per ogni incapacità e per ogni debolezza invoco il suo intervento e trovo riposo pensando all’amore folle che Lui ha per me.

Written by

Prima di parlare prega fino a 10

Sunday, 05 June 2016 10:10

I bambini sono una cosa meravigliosa finché non aprono la loro graziosa boccuccia e sparano tutto quello che pensano senza esitazione e senza vergogna.

- Perché hai tutta quella pancia?

Mi ha detto con aria inorridita una piccola rappresentante della categoria.

- Non sono incinta!

Ho risposto sistemandomi la camicia che per un attimo mi si era avvolta attorno all’addome mettendolo in risalto.

- Anche se sono magra non ho decisamente un ventre piatto! E’ colpa della mia colonna vertebrale…!

Ho dovuto spiegarle per tranquillizzarla sulle “mie deformità”.

Io e la ragazza che era con me, ci siamo fissate a lungo lanciandoci occhiate divertite.

Lavorare con i bambini non è certo mai qualcosa di noioso.

Ogni volta c’è una marachella, qualche crisi di pianto e qualche loro sentenza che ti lascia interdetta.

Insomma sempre un nutrito repertorio di cose da poter raccontare di ritorno a casa.

Così avvenne quella domenica a pranzo con i miei.

 

Tra una forchettata di tagliatelle e l’altra, si rideva sulle miei disavventure e sulle famose "bocche della verità".

Written by
Page 5 of 11