Semplice e Felice (1a parte)

semplice e felice 1
semplice e felice 1
(0 votes)
Sunday, 28 February 2016
Written by 

 

   Da anni sostengo disperatamente una lotta che non conosce tregua.

Anche se ci sono giorni in cui ho la vittoria in pugno e il nemico sotto i piedi, la mia esultanza dura al massimo mezza giornata.

Basta, infatti, che io mi rilassi solo un pochino per vedere la devastazione piombarmi nuovamente in casa inarrestabile.

L’avversario che mi rende la vita difficile e con cui non farò mai pace si chiama Disordine.

Ormai so che dovrò essere sempre vigile e sul piede di guerra.

Per difendermi dal caos, senza arrivare mai a livelli inaccettabili, ho sviluppato alcune strategie e regolari piani d’intervento.

Fuori da casa mia tutto ciò che è inutile e ingombrante! E’ lo slogan che sventolo da sempre.

Meglio qualche oggetto in meno che tanto superfluo accatastato chissà dove.

“Signore voglio una vita semplice e facile da gestire. Aiutami a liberarmi da tutto quello che non mi serve!” mi sfogo con Dio quando sono in preda allo scoraggiamento davanti a pile di giornali e montagne di vestiti nell’armadio.

Non so come sia possibile, ma ho spesso la sensazione che mentre tolgo oggetti inutili e abiti vecchi, da qualche altra parte della casa questi ricrescano in misura doppia come la zizzania.

Il caos e il disordine sono proprio come una pianta selvatica: non c’è bisogno di andarli a cercare, ti raggiungono in ogni dove e ti intralciano il cammino.

“Signore dammi una vita semplice e ben focalizzata!” ribadisco ancora mentre riempio un altro scatolone di cose da scartare.

“Liberami dai pesi inutili, dalle missioni perse e dagli obiettivi fuorvianti.

Voglio essere concentrata ed efficace nelle cose veramente importanti!

Voglio sentirmi libera di correre senza impedimenti verso gli scopi eccellenti.

Voglio massimizzare ogni mio minuto di vita per compiere tutte le missioni che mi hai chiesto di compiere, raggiungere tutte le persone che tu vuoi che io raggiunga, recuperare lì dove sono rimasta indietro  e terminare senza rimpianti la mia corsa!”.

Il bisogno di restare concentrata sulle cose importanti e di riguadagnare terreno con le opportunità mancate, mi ha portato a ricercare una vita semplice e ad amare tutto ciò che è sinonimo di meno complicazioni e più efficacia.

 

MANTENERE UNA DISTANZA DI SICUREZZA DALLE PERSONE STRESSANTI

Ci sono persone che, anche se ben intenzionate, non realizzano quanto la loro influenza e le loro aspettative ci appesantiscano il cammino e ci allontanino dalla nostra vera missione di vita. 

Vado forse cercando il favore degli uomini, o quello di Dio? Oppure cerco di piacere agli uomini? Se cercassi ancora di piacere agli uomini, non sarei servo di Cristo. (Galati 1:10)

La Bibbia ci dice di amare persino i nostri nemici, figuriamoci se non dobbiamo amare coloro che, pur non essendone sempre consapevoli, ci intralciano o ci rallentano nel conseguimento del piano di Dio per noi!

Amarli, però, non vuol dire esporci a inutili situazioni che ci distraggono o ci indeboliscono.

Per vivere una vita cristiana semplice e felice dobbiamo imparare, per quanto ci è possibile, a mantenere una distanza di sicurezza da tutte quelle relazioni che ci scoraggiano a seguire Dio pienamente.

 

NON INDUGIARE NEI RAGIONAMENTI INFRUTTUOSI

Quanti ragionamenti sbagliati e pensieri totalmente falsi trovano spazio nella nostra mente!

Cosa ancora più assurda è la nostra tolleranza verso di essi anche quando sappiamo che non dovremmo assecondarli.

Solo noi abbiamo il diritto di scegliere su cosa concentrare la nostra attività mentale e nessuno potrà mai avere accesso ai nostri pensieri.

Qualcuno potrà intercettare le nostre conversazioni telefoniche, ma mai nessuno potrà registrare il flusso dei nostri ragionamenti.

Tanta libertà di elaborazione e altrettanta inaccessibilità al mondo esterno, ci fanno spesso sentire autorizzati a indugiare in pensieri brutti e bugiardi che non avremmo mai il coraggio di esternare.

I pensieri in contrasto con la verità della parola di Dio, che si accumulano indisturbati dentro di noi, sembrano inoffensivi. In fondo, pensiamo, sono solo pensieri e non veri aguzzini con la frusta in mano.

Eppure certi ragionamenti oziosi sono capaci di rallentare la nostra corsa o addirittura di paralizzarci.

Una vita semplice inizia da una mente sgombra da brutti pensieri ossessivi.

Dopo essere stata a lungo un’esperta di negatività, sto finalmente imparando a essere più selettiva con i miei ragionamenti e a non indugiare con quelli sbagliati.

Grazie alla forza di Dio in me, inizio a scaraventare fuori dalla mia mente con una certa violenza i pensieri tossici, non appena lo Spirito Santo mi da consapevolezza che li sto accarezzando.

Lo so, è un lavoro che non conosce tregua proprio come estirpare erbacce da un giardino.

Personalmente, però, dopo tanto scempio, sono arrivata a un buon livello di intolleranza e rabbia verso le bugie del nemico.

Non voglio più perdere tempo con pensieri infruttuosi!

 

PERDONARE E DIMENTICARE

“Signore aiutami  ad affrontare le persone quando ci sono problemi e incomprensioni, aiutami a chiedere scusa quando occorre e a perdonare quando serve, ma poi fammi dimenticare e correre in avanti!”.

Sempre frutto degli anni che passano e delle esperienze che si accumulano, inizio a stancarmi delle questioni irrisolte e dei torti che si ostinano a riaffiorare a galla.

Con l’aiuto di Dio sono intenzionata a vivere libera da ogni pastrocchio del passato.

Che inutile spreco di tempo, di energie e frustrazione quando restiamo impantanati in situazioni che non riusciamo a superare!

Dio ci ha chiamato a una vita semplice e felice anche in un mondo pieno di torti e di ingiustizie.

Se vogliamo gioia e leggerezza, dobbiamo diventare esperti del perdono che dimentica!

 

UBBIDIRE SUBITO

Quanto è più bella la nostra esistenza quando non rimandiamo all’infinito le cose che Dio ci chiede di fare oggi, non permettendo che queste si trasformino in macigni pesanti per il domani!

La vita cristiana funziona davvero bene quando impariamo che non basta ubbidire al nostro amorevole Papà celeste, ma che è importante farlo anche in tempi ragionevoli.

L’immensa pazienza di Dio non deve confonderci, un’ubbidienza che non perde tempo e che non cerca scuse, ci apre le porte a una vita in cui il Signore può fare cose meravigliose e portarci rapidamente di vittoria in vittoria e di gloria in gloria. 

Hai visto un uomo sollecito nel suo lavoro? Egli comparirà alla presenza dei re e non resterà davanti a gente oscura. (Proverbi 22:29)

 Dormire un po', sonnecchiare un po', incrociare un po' le braccia per riposare, così la tua povertà verrà come un ladro, e la tua indigenza come un uomo armato. (Proverbi 6:10,11)

 Quanto siamo più felici quando non permettiamo all’indolenza e alla pigrizia di fare accumulare le nostre inadempienze fino al punto di farci sentire troppo scoraggiati per recuperare!

La nostra esistenza e il cammino con Dio è più piacevole quando impariamo a rispondere subito alla voce divina senza esitazioni!   

(continua)

 

Tutti siamo creature di Dio ma non tutti siamo suoi figli.
Vuoi appartenere per sempre al Papà più affettuoso, premuroso e forte che esista?
Dio vuole darti il suo cognome e prendersi cura di te!
Se non lo hai mai fatto confessa il tuo bisogno di aiuto,
deponi ai suoi piedi il peso delle tue colpe
e invitalo a rivelarsi a te ed essere parte della tua vita.
Non fare l'errore di dire che sei una brava persona.
Sii umile e ricevi gratis l'accesso all'immenso amore di Dio
che ti è stato acquistato con il sacrificio di Gesù.
 
<< Caro Dio, perdona ogni mio peccato.
Non voglio più sentirmi smarrito.
Desidero appartenerti.
Afferra la mia mano, guida i miei passi,
riempi il mio cuore con il tuo amore
e stringimi teneramente tra le tue braccia. >>

 
share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Read 643 times
Last modified on
Sunday, 15 May 2016 17:42