Una preghiera che tutti dovremmo fare

Preghiera per tutti
Preghiera per tutti
(0 votes)
Sunday, 18 October 2015
Written by 

Chi conosce i suoi errori? Purificami da quelli che mi sono occulti. Trattieni inoltre il tuo servo dai peccati volontari, e fa' che non prendano il sopravvento su di me; allora sarò integro e puro da grandi trasgressioni. 

(salmo 19:12,13 - di Davide)

 

   Signore proteggimi da grandi trasgressioni!

Liberami da quelle deviazioni di percorso che possono arrecare perdite considerevoli di tempo e d’energia, oltre a procurare molto danno!

Scampami da quegli errori che costano cari e dai pasticci che sono difficili da rimediare!

Proteggimi dal percorrere strade sbagliate che mi allontanano dal buon piano che hai per me.

Impediscimi di darti un grande dolore e di disonorare il tuo nome!

Non permettere che io faccia scelte sbagliate che faranno soffrire me, le persone che mi appartengono e quelle che mi sono affidate!

Risparmiami la pena di avere grandi rimpianti.

Non farmi conoscere il dispiacere per aver commesso grandi omissioni, per aver fatto un torto importante e aver leso la vita di tanti.

E’ impossibile non fare errori così come è impossibile non peccare mai verso Dio e verso il nostro prossimo.

Tutti sbagliamo e tutti dobbiamo continuamente chiedere perdono.

Piccolo o grande che sia il nostro peccato ha bisogno di essere cancellato e dimenticato per sempre dalla misericordia di Dio.

Esistono però delle trasgressioni che possiamo definire grandi.

Non perché non possono essere perdonate (la misericordia di Dio è più grande di qualsiasi orrendo peccato), ma perché producono delle conseguenze amare e dei danni seri che non possono essere facilmente cancellati.

Dio è il Dio della RESTAURAZIONE.

Lui non spezza la canna rotta e non spegne il lucignolo fumante (Isaia 42:3).

Anche per l’esistenza più disperata, con Lui c’è sempre un futuro e una buona speranza.

Qualsiasi sia il fosso in cui siamo caduti, Dio è potente da tirarcene fuori, non importa quanto sia profondo.

«Questo è impossibile agli uomini, ma non a Dio, perché ogni cosa è possibile a Dio». (Marco 10:27)

Tuttavia, anche se Dio è sempre capace di tirarci fuori dai guai che combiniamo, non dobbiamo mai dimenticare che il peccato è veramente brutto e fa veramente soffrire.

Dio è pronto ad aiutarci in qualsiasi nostro pasticcio e non si stanca mai di soccorrerci, ma è bene per noi evitare scrupolosamente il male e non dover mai conoscere la disperazione più nera.

Il modo migliore per affrontare la vita è sempre quello di condursi con prudenza, con umiltà, senza credersi infallibili e pregando spesso la preghiera di Davide nel salmo 19.

Il salmista, infatti, oltre ai successi e alle tante prodezze, sperimentò in più di un’occasione l’orrenda sensazione di aver commesso una grande trasgressione e il peso di essere causa di molto dolore.

Davide amava sinceramente il Signore.

Probabilmente prima di fare le sue cadute storiche, si sentiva sicuro di se stesso e della propria lealtà verso il Signore, verso la propria famiglia e verso la propria nazione. Eppure durante il cammino della vita, Davide si stupì di quanto male potesse fare lui stesso e quanto in basso potesse cadere.

La verità è che in ognuno di noi, c’è il potenziale oltre che per far tanto bene anche per fare molto male. Nessuno puoi permettersi il lusso di sottovalutare la propria natura corrotta. Nessuno può sentirsi tanto sicuro delle proprie buone aspirazioni da aggiudicarsi  il diritto di rilassarsi.

Perciò, chi pensa di stare in piedi, guardi di non cadere. (1 Corinzi 10:12)

Anche se in noi c’è il desiderio di fare bene e l’ambizione di onorare Dio in tutto, la nostra salvaguardia da brutte cadute sarà solo una costante attitudine di umiltà.

Non basta volerlo, non basta impegnarsi, solo Dio può proteggerci da noi stessi e dalle nostre debolezze.

Solo camminando umilmente con Lui, mano nella mano, e solo invocando continuamente la sua protezione da noi stessi, potremo sperare di riuscire a  finire la nostra corsa senza il peso di grandi trasgressioni e clamorosi pasticci.

Se vuoi onorare Dio e benedire tante persone con la tua vita, oltre a seguire il Signore con una dedizione totale, ricorda di pregare spesso come imparò a fare Davide.

Chi conosce i suoi errori? 

Purificami da quelli che mi sono occulti. 

Trattieni inoltre il tuo servo dai peccati volontari, e fa' che non prendano il sopravvento su di me; 

allora sarò integro e puro da grandi trasgressioni.

(salmo 19:12,13 - di Davide)

 

Tutti siamo creature di Dio ma non tutti siamo suoi figli.
Vuoi appartenere per sempre al Papà più affettuoso, premuroso e forte che esista?
Dio vuole darti il suo cognome e prendersi cura di te!
Se non lo hai mai fatto confessa il tuo bisogno di aiuto,
deponi ai suoi piedi il peso delle tue colpe
e invitalo a rivelarsi a te ed essere parte della tua vita.
Non fare l'errore di dire che sei una brava persona.
Sii umile e ricevi gratis l'accesso all'immenso amore di Dio
che ti è stato acquistato con il sacrificio di Gesù.
 
<< Caro Dio, perdona ogni mio peccato.
Non voglio più sentirmi smarrito.
Desidero appartenerti.
Afferra la mia mano, guida i miei passi,
riempi il mio cuore con il tuo amore
e stringimi teneramente tra le tue braccia. >>

 
share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Read 1354 times
Last modified on
Sunday, 15 May 2016 17:41