Scelte, bivi e decisioni

(0 votes)
Sunday, 10 July 2016
Written by 


Mi fa veramente paura questa cosa Papà!”

ragionavo con Dio

“Lo so, sarebbe davvero lodevole, proprio qualcosa di cui andare fieri!

Bella come diffondere una fragranza dolce che parla a tutti di te!

Mi piacerebbe tanto, ma non posso.

Certo, se ne fossi capace ci metterei tutto il mio impegno e la forza che possiedo, ma io non so farlo.

Non che non ci abbiamo provato…!

Tu sai quante volte ho fallito nel tentarci!

La mia ingenuità, le mie buone intenzioni e le mie pie aspirazioni mi hanno spinto solo verso dolori inutili e fatiche vane.

Tu conosci tutti i miei storici tonfi e ogni mia epica figuraccia!

Per me è il tempo delle bravate è chiuso!

Se non sento la tua voce forte e chiara che mi dice “Vai tranquilla”, non mi avventuro.”

 

 

Diceva proprio bene Gesù:

"Non di pane soltanto vivrà l'uomo, ma di ogni parola che proviene dalla bocca di Dio" (Matteo 4:4).

Mi rendo conto ogni giorno di più quanto sia vero.

Non solo devo continuamente rispondere agli stimoli della fame che mi vengono dal stomaco, ma c’è un bisogno continuo, sempre più urgente in me, che è quello di udire le direttive di Dio per la mia vita.

“Gira a destra.

Volta a sinistra.

Fai questo.

Evita quello.

Rimuovi l’ostacolo piccolo.

Aggira l’ostacolo grande.

Investi in questo campo.

Non muoverti in quest’area.

In questa situazioni agisci.

In quella situazione confida in me.

Attendi con pazienza il tuo miracolo.

Afferra prontamente la tua risoluzione.

Corri.

Fermati.

Parla.

Taci e così via...”.

La Bibbia non dice a caso che esiste un tempo per ogni cosa.

 

Per ogni cosa c'è la sua stagione, c'è un tempo per ogni situazione sotto il cielo: ...

un tempo per gettar via pietre e un tempo per raccoglierle, un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci, un tempo per cercare e un tempo per perdere, un tempo per conservare e un tempo per buttar via, un tempo per strappare e un tempo per cucire, un tempo per tacere e un tempo per parlare, un tempo per amare e un tempo per odiare, un tempo per la guerra e un tempo per la pace. (Ecclesiaste 3:1, 5-8)

 

Il tutto della vita è proprio lì:

capire cosa fare e indovinarne i tempi.

Insomma, una vera lotteria!

Senza la giuda di Dio, ogni nostra scelta e ogni nostra azione è come procedere sul tabellone del gioco dell’oca:

c’è da sperare che si raggiunga la casella giusta che ci avvicina al traguardo e scongiurare di non finire mai in quella sbagliata che ci fa retrocedere.

 

Ebbene non è l’intenzione di Dio farci vivere in tale incertezza e sperimentare una marea di frustrazione.

Lui desidera indirizzarci nei nostri BIVI e guidarci nelle nostre SCELTE.

 

Quando andrete a destra o quando andrete a sinistra, le tue orecchie udranno dietro a te una parola che dirà:

«Questa è la via; camminate in essa!». (Isaia 30:21)

 

Ringrazio Dio che dopo tante esperienze deludenti si è finalmente verificata nella mia vita una buona inversione di rotta: spendono sempre più tempo ad ascoltare la sua voce e a ricercare la sua volontà che a raccogliere cocci e a curare ferite.

Non sempre è facile riconoscere la sua voce tra il caos dei miei pensieri e i frastuoni intorno a me, ma quando le istruzioni di Dio arrivano con una certa chiarezza è come quando il postino ti consegna nelle mani un plico che viene d’oltremare:

tanta eccitazione e al tempo stesso tanta gratitudine, perché le sue parole sono dense di vita e cariche di promesse di benedizione.

 

Ormai in me è come uno stimolo naturale che non comandi, mi alzo la mattina e sono subito a caccia d' istruzioni.

“Signore cosa ne pensi di questa cosa?

Come gestire questa situazione?

Ti prego mostrami come superare questo ostacolo.”

Non sempre arriva la risposta che posso etichettare come  certezza come quella di Dio, ma quando non ho dubbi che lui mi abbia parlato, sono la persona più felice di questo mondo.

So che le sue opinioni sono infallibili e la sue direttive valgono oro o meglio: pace, gioia, felicità, salute, ordine, sicurezza e tanto ancora!

 

In che forma arrivano queste risposte divine?

In modi molteplici perché con Dio non c’è mai da annoiarsi e più lo conosci, più sai che ama cambiare e ama sorprenderti.

Può parlarmi con un verso della bibbia talmente pertinente da sembrare scritto per me in persona.

Può parlarmi attraverso un messaggero inconsapevole:

qualcuno che non sapendo quello che ho nel cuore e ciò che mi frulla per la testa, apre la sua bocca e, totalmente ignaro, mi porge la risposta che stavo attendendo e la soluzione che stavo cercando.

Può parlarmi attraverso la voce del cuore:

delicata come un sussurro, ma tanto forte da persuadermi.

Può parlarmi con cose inanimate così come con la vita intorno a me.

Può parlarmi per mezzo di eventi tragici così come per mezzo di situazioni banali.

Può parlarmi con canali che conosco bene così come in modi inconsueti.

 

In fondo non è proprio importante il modo in cui lui decide di comunicarmi il suo messaggio, quello che conta per davvero è solo come ascolto, quanto protesa sono verso di Lui, quanto disperata sono di udire la sua voce e con quanta pazienza e determinazione aspetto le sue parole!

 

Dio parla, ne sono certa ed ora che lo so, vivo delle sue parole per me.

Non ha più senso cercare le mie risposte quando Lui ha quella che non può fallire!

Anche quando le mie orecchie non odono ciò che vorrebbero sentire, so che non esiste risposta migliore di quella!

 

“Vai tranquilla, ci sono Io!”

Non era esattamente quello che mi aspettavo di udire in merito alla sfida che mi terrorizzava tanto.

La mia mente andava ai fallimenti e il mio cuore riviveva quel dolore, ma la fiducia di conoscere la sua opinione mi davano un coraggio nuovo più forte in me di ogni reticenza.

“L’ennesima follia Papà:

ritornare lì dove ho fallito e ripercorrere le strade in cui mi sono fatta male!

La mia logica non lo capisce e i mie timori vorrebbero legarmi alla sedia, ma se me lo dici tu non ho poi così paura…!

Con te sarà diverso.

Con te ce la farò.

Con te posso affrontare ciò che temo.

Con te posso osare l’assurdo e tentare l’irrazionale.

Con te mi sento forte.

Con te so che non fallirò!”

 

Dio conosce la strada che conduce a “verdeggianti pascoli” e “acque calme” (salmo 23:1).

La vita non è una partita al gioco dell’oca!

Per ogni scelta andiamo da Dio e protendiamoci disperatamente all’ascolto della sua voce!

Se lo faremo seriamente, udremo le istruzioni che saranno il nostro bene e la nostra salvezza!


Cercatemi e vivrete. (Amos 5:4)

 
share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Read 1539 times
Last modified on
Sunday, 10 July 2016 18:27