Godersi il viaggio e le sue sorprese

(3 votes)
Martedì, 03 Maggio 2016
Written by 

Signore io so che la via dell'uomo non è in suo potere,

e che non è in potere dell'uomo che cammina

il dirigere i suoi passi.

(Geremia 10:23)

 

Staccai dalla parete il calendario e cercai la casella con la data giusta.

Fortunatamente era libera.

Non c'erano appunti di alcun tipo sotto il piccolo verso biblico che accompagnava il riquadro scelto.

Annotai con soddisfazione luogo e orario dell'appuntamento e appesi nuovamente il calendario all'esile chiodino. 

- G-e-r-e-m-i-a 10:23, scandii a fatica cercando di decifrare la minuscola frase stampata sopra la mia nota,

- "l-a  v-i-a  d-e-l-l'u-o-m-o  n-o-n  è  i-n  s-u-o  p-o-t-e-r-e ".

Wow!

E' proprio la cosa migliore da scrivere in un calendario fatto per annotare appuntamenti e gestire impegni!

Peccato, però, che bisogna sbatterci il naso per riuscire a decifrarla!

Mi allontanai in fretta per procedere alla prossima cosa da fare, ma ormai la mia attenzione era stata catturata.

 

Quelle parole appese alla parete mi accompagnarono in ogni punto della casa e furono a lungo al centro delle mie chiacchierate con Dio.

Che bello Signore affrontare impegni  mensili, programmi settimanali o anche una sola giornata con la consapevolezza che per quanto voglio programmare, sei solo tu che hai il controllo di tutto!

Posso agitarmi quanto mi pare, ma solamente tu sai quante delle cose che ho pianificato di fare riuscirò a portare a termine veramente!

Amo perseguire obiettivi precisi e pianificare sempre il mio tempo.

Aiutami, però, a non procedere con fare onnipotente, cercando di mantenere il controllo di tutto ciò che mi circonda!

Voglio programmare la mia vita, ma poi fidarmi ciecamente di Te che guidi i miei passi.

Non voglio essere troppo infastidita ed eccessivamente delusa quando le cose prendono una direzione diversa dai miei piani!

Voglio organizzarmi, ma poi essere aperta ai cambiamenti di programma e pronta alle inversioni di rotta.

La vita del resto è tutta una sorpresa.

Le strade per arrivare alle mie mete non sono mai lisce e lineari, ma un susseguirsi continuo di curve e un'infinità di deviazioni.

Aiutami a non dimenticarlo!

Gli imprevisti arriveranno e i miei programmi avranno bisogno di molti aggiustamenti.

Se il mio cuore, però, rimane fiducioso in Te, non sarò turbata e riconoscerò i sentieri migliori che tu vorrai indicarmi!  

 

Sopratutto quando gli impegni sono tanti o gli obiettivi da raggiungere sono ambiziosi, fare dei programmi e organizzare tempo e risorse è assolutamente fondamentale.

Chissà quanta ansia riempì il cuore di Noè il giorno che Dio gli disse di costruire un'arca di 150 metri, disposta su tre piani e divisa in stanze.

Avere un'agenda aiuta!

 Sicuramente nei mesi che seguirono alle indicazioni di Dio, Noè non fece che scarabocchiare progetti, redigere liste, buttar giù piani d'intervento e tabelle di marcia.

Come avrebbe potuto portare a termine un'opera tanto monumentale senza organizzazione?

Immagino quanto fosse stata preziosa per lui la sua agenda e con quale gelosia la portasse ogni giorno sotto il braccio!

Senza i suoi pezzi di carta sarebbe stato per lui come navigare senza bussola nel mare infinito!

Anche Davide e Salomone hanno dovuto organizzarsi in vista della realizzazione del tempio:

fare un elenco del materiale occorrente e programmare in ordine di priorità cosa fare prima e cosa fare poi.

 

«Tutto questo»

disse Davide

«tutto il piano da eseguire, te lo do per iscritto, perché la mano del SIGNORE, che è stata sopra di me, mi ha dato l'intelligenza necessaria».

(1 Cronache 28:19)

 

Pur non avendo davanti a noi la prospettiva di allestire un cantiere navale o d'edilizia monumentale, ogni area della nostra vita richiede una certa struttura che stabilisca ordine e una programmazione che permetta crescita.

Programmare e pianificare non sono cose poco spirituali e dipendere da Dio non significa camminare senza orologio e  senza sapere dove andremo domani.  

Per vivere bene è importante fare progetti, avere una direzione o perseguire degli scopi precisi. 

 Allo stesso tempo, però, la nostra pianificazione po' produrre stress più che buoni risultati se non si fonda sulla nostra piena arresa e totale fiducia in Colui che ha il controllo del tempo e degli eventi. 

Ci sono molti disegni nel cuore dell'uomo,
ma il piano del SIGNORE è quello che sussiste.

(Proverbi 19:21)

 

Quando la nostra vita è condotta da colui che fa piani che non possono fallire, non dobbiamo temere tutto ciò che non avevamo programmato e gli ostacoli che non avevamo previsto.

Le deviazioni di percorso non devono farci paura.

Organizziamoci come meglio possiamo, ma poi affidiamoci a Dio e confidiamo in Lui anche nel mezzo di problemi inaspettati e ostacoli non desiderati.

Non sono i nostri programmi che devono guidare la nostra vita, ma una fede cieca in colui a cui ci affidiamo.

Quando il nostro cuore risposa fiducioso in Dio, gli imprevisti, gli ostacoli e i contrattempi diventano solo parte del suo piano perfetto. 

Non siamo chiamati a vivere con lo stress di chi vuole controllare il mondo, ma con la leggerezza di chi si affida a colui a cui nulla sfugge.

 

Davanti alla tua agenda piena di impegni, ti senti in ansia al pensiero di non riuscire a gestire bene e portare a termine ogni cosa?

Potrebbe essere utile trascrive al suo interno questa preghiera e pronunciare spesso queste parole:

"Signore ti affido la mia vita e i miei programmi.

Non importa se non si concretizzeranno come vorrei.

Desidero affrontare ogni cosa riposando in te e sorridere divertito quando gli imprevisti arriveranno.

Aiutami a non dimenticare che non sono alla mercé degli avvenimenti, ma nelle mani amorevoli di colui che può ogni cosa e sa ciò che è meglio.

Lascio a te il compito di controllare il mondo.

Voglio solo godermi il viaggio con tutte le sue sorprese, sapendo che tu conosci la strada." 

 

 

E chi di voi può con la sua preoccupazione aggiungere un'ora sola alla durata della sua vita?

(Luca 12:25)

 

... gettando su di lui ogni vostra preoccupazione, perché egli ha cura di voi.

(1 Pietro 5:7)

 

Tutti siamo creature di Dio ma non tutti siamo suoi figli.
Vuoi appartenere per sempre al Papà più affettuoso, premuroso e forte che esista?
Dio vuole darti il suo cognome e prendersi cura di te!
Se non lo hai mai fatto confessa il tuo bisogno di aiuto,
deponi ai suoi piedi il peso delle tue colpe
e invitalo a rivelarsi a te ed essere parte della tua vita.
Non fare l'errore di dire che sei una brava persona.
Sii umile e ricevi gratis l'accesso all'immenso amore di Dio
che ti è stato acquistato con il sacrificio di Gesù.
 
<< Caro Dio, perdona ogni mio peccato.
Non voglio più sentirmi smarrito.
Desidero appartenerti.
Afferra la mia mano, guida i miei passi,
riempi il mio cuore con il tuo amore
e stringimi teneramente tra le tue braccia. >>

 
share this item
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
item hits
Read 796 times
Last modified on
Domenica, 15 Maggio 2016 17:31